Installazione di Linux


linux_distros_2013

Ed eccoci finalmente nel vivo di Linux. Oggi infatti ci occupiamo dell’installazione di una distro sul nostro computer.
Innanzitutto bisogna specificare che a differenza di altri sistemi operativi, Linux e le sue distro (quasi tutte) possono essere provati prima di decidere effettivamente di installare o meno gli stessi in maniera permanente. Questa modalità si chiama Live e di solito è possibile utilizzarla per mezzo di chiavette USB o CD/DVD.


Distro Linux:


Ovviamente ciascuno è libero di scegliere la distro che più gli piace. Per questa e le seguenti guide utilizzeremo Debian. Per altre informazioni potete recarvi direttamente su

https://www.debian.org/index.it.html

Una valida alternativa ai sistemi basati su Debian, sono quelli basati su Fedora, altra distribuzione con alcune differenze rispetto alla prima. Principalmente (ma non solo), le distro sono basate su Fedora e Debian, o loro derivate. Per una lista completa chiedete al vostro amico Google.

Procediamo quindi a scaricare il sistema operativo. A questo punto ci troveremo davanti una pagina di download non eccessivamente chiara, che lascia spazio a non pochi dubbi

 

listdebian

Desktop Environment
Cerchiamo ora di orientarci un attimo e vedere di capire perché ci sono apparentemente così tante versioni della stessa cosa.
Per fare ciò, introduciamo i Desktop Environment (Ambiente Desktop). Nei sistemi operativi Linux infatti, tra la necessità e la voglia di originalità, hanno creato diversi ambienti desktop, alcuni più pratici e altri più soddisfacenti dal lato estetico. Tra questi abbiamo:

  • Cinnamon
  • Enlightment
  • GNOME
  • KDE
  • LXDE
  • Mate
  • Xfce

Una volta cercato quello che vi piace di più, procedete al download. In questa guida procederemo a scaricare il pacchetto debian-8.2.0-amd64-CD-1.iso, che per default include GNOME.
Possiamo notare che vi sono anche altre parti da poter scaricare come CD-2, 3 ecc.. ma sono completamente opzionali in quanto includono solo pacchetti extra.

debian-no-live
Modalità d’installazione:

Una volta che abbiamo scaricato il tutto siamo pronti a…. no, manca ancora qualcosa. A meno che per installare la vostra distro non stiate utilizzando una virtual machine (lo state facendo? Che google vi aiuti), vi servirà un programma per “montare” il sisitema sulla vostra chiavetta o CD. Nel secondo caso potete utilizzare un qualsiasi programma di burning (tipo Nero, Alcohol 120% o altri), mentre nel primo vi conviene utilizzare un semplice tool.
Scaricate quindi Win32 Disk Imager dal link sottostante:
http://sourceforge.net/projects/win32diskimager/
o da qualche altro mirror e installate questo tool. Ovviamente questo per gli utenti Windows. Gli utenti Mac OSX… beh… loro sanno cosa fare… spero (dovrebbero avere un tool tra le loro mille utilities..)

 

win32
USB:

I vantaggi di utilizzare una chiavetta USB in questo caso non sono pochi. È comoda se dovete provare il vostro sistema in Live e non dovete necessariamente “bruciare” un disco con un sistema operativo che alla lunga potrebbe non piacervi neanche.

Aprite Win32 Disk Imager e procedete a selezionare la posizione della vostra iso appena scaricata e la lettera che corrisponde al device USB collegato.
ATTENZIONE! Questo procedimento cancellerà in maniera irrecuperabile tutti i file di vitale importanza sulla chiavetta, quindi assicuratevi di fare un backup della stessa.
A questo punto potete premere il pulsante “Scrivi”. In base alla dimensione dell’iso scelta ci potrebbe mettere più o meno tempo, ma alla fine avrete tra le mani una chiavetta USB Bootable con il vostro sistema operativo Linux sopra.

CD/DVD:

Come sopracitato, per utilizzare CD e DVD, comodi se siete sicuri di voler utilizzare quel sistema, potete usare programmi di burning. Se state utilizzando un DVD consiglio di vedere le versioni di Debian (o altre distro) da 4GB o superiori, in quanto sono provviste di molti più pacchetti all’installazione.

LIVE USB o CD/DVD:

Questa è la versione più comoda in assoluto. Perché? Ti fanno provare prima il prodotto, soddisfatto o rimborsato in sostanza. Non c’è bisogno di perdere tempo in installazioni ma puoi vedere subito se è ciò che fa per te oppure no.
Per utilizzare la modalità Live è necessario tuttavia scaricare una iso differente e più “completa”. Rispetto alla iso di base da 600+ MB, infatti, la Live è circa 1.3GB!
La live permette comunque la successiva installazione del sistema.

debian-live
Installazione:

L’installazione effettiva è completamente guidata e lascia spazio a ben pochi dubbi. Se doveste riscontrare problemi particolari non esitate ovviamente a chiedere (dopo avere cercato meticolosamente la risposta su google e non averla trovata ovviamente).

Troubleshooting:

Qui inserirò alcuni degli errori più comuni che possono risultare, mano a mano che mi vengono in mente.

Al riavvio non parte l’installazione del sistema operativo, anche se la chiavetta USB/CD/DVD sono inseriti correttamente.

Se questo succede, all’avvio entrate nel bios ( appena accendete il pc premente F2 o F4, dipende da pc a pc) e entrate nelle configurazioni di boot. A questo punto selezionate in device priority il vostro device. Salvate quindi e riavviate il vostro pc
.

Come sempre scrivete pure nei commenti per avere chiarimenti o altre richieste! Alla prossima!

Please follow and like us: