07 – Devil May Cry 4

Oggi parliamo di un gioco d’azione single player sviluppato da Capcom, uscito molti anni fa (ha quasi l’età della PS3) ma che è recentemente approdato anche sulle console current-gen grazie ad una Special Edition uscita quest’estate.

Il gioco in questione fa parte di una serie i videogiochi e, a mio personalissimo parere, è anche il più bello, seppure non il più nuovo: stiamo parlando di Devil May Cry 4.

maxresdefault21

Nero Vs Dante

Anche i Demoni piangono:

Questa originale storia che vede demoni, umani, mezzi demoni, un gran numero di poteri speciali e ambientazioni fantastiche, nasce nel lontano 2001 con la pubblicazione del suo primo capitolo per PS2: Devil May Cry.

I primi tre titoli escono rispettivamente su PS2 e PC, e vedono la storia dei due gemelli Dante e Virgil, figli metà demoni e metà umani del leggendario Sparda, antico demone che molti anni prima si oppose alla sua stessa razza in favore degli umani.

Noi ci occupiamo però del quarto capitolo, che vede un nuovo protagonista, Nero, anche lui mezzo demone e mezzo umano, seppure senza saperlo, che si ritrova presto immischiato in un problema più grande di lui, ma che dovrà riuscire a fronteggiare per salvare chi ama.

2

La prima Boss Fight

Storia e Personaggi:

Come già accennato Nero è il protagonista del gioco, è un ragazzo di 17 anni membro dei Sacri Cavalieri dell’Ordine della Spada; sembra essere una versione più giovane di Dante, in quanto condividono i capelli bianchi e i lineamenti, ma al contrario del figlio di Sparda è serio e asociale, tranne per Kyrie della quale è segretamente innamorato.

Il suo braccio destro è stato infettato da qualche forza malvagia, che neanche lui sa spiegarsi, e ciò lo ha portato ad essere ancora più distaccato dagli altri.

Kyrie è una ragazza molto brava a cantare, che conosce Nero fin da quando erano piccoli e la sua famiglia l’ha accolto con loro.

Ha un fratello, Credo, Generale Supremo dei Sacri Cavalieri dell’Ordine della Spada, oltre che un abilissimo spadaccino.

La sua serietà, a volte, si scontra con l’atteggiamento arrogante di Nero, che però, in fin dei conti lo ritiene un buon membro per l’Ordine e compagno per sua sorella.

C’è poi Dante, protagonista dell’intera saga, che in questo gioco è il co-protagonista, e  sarà possibile utilizzarlo nell’intero gioco, una volta però finito prima con Nero.

Il gioco inizia con Nero che corre per la città essendo in ritardo ad una cerimonia in onore di Sparda in cui Kyrie deve cantare.

Arriva appena prima della fine della canzone, si siede, e così la cerimonia ha inizio; Sua Santità, gran sacerdote dell’Ordine della Spada, inizia un sermone sull’avere fede nel loro dio, Sparda.

Annoiato, Nero tenta di andarsene ma è trattenuto dal suo braccio, che comincia ad emanare bagliori.

Nel frattempo, Dante irrompe attraverso il soffitto e uccide Sua Santità con un proiettile in mezzo agli occhi; le guardie della cattedrale cominciano quindi ad attaccare Dante, che le sconfigge con facilità.

Nero non capisce cosa stia succedendo e tenta di uccidere Dante, ma il suo avversario si rivela davvero formidabile; così Nero ricorre al suo braccio demoniaco e impala letteralmente Dante, conficcandolo al muro con la sua stessa spada.

Dante senza battere ciglio estrae la spada dal suo corpo e dice a nero che sono entrambi demoni, anche se lui ha qualcosa di speciale, e in men che non si dica sparisce.

A Nero viene così affidata dall’Ordine la missione di catturare Dante.

ss_388c8775f545983c28f018bef395b9d43f31113c.1920x1080

Dante in uno scontro con un’orda di demoni

Un vero action-game:

Uscito nel lontano 2008, Devil May Cry 4 ha ripreso e rivoluzionato i capitoli precedenti, con la solita ironia sarcastica dei protagonisti, ma con una grafica ed un gameplay rinnovati e migliorati, che mettono il giocatore a proprio agio e non lo fanno sentire “indietro con i tempi”.

Come già accennato si giocherà completamente da soli, senza aiuti esterni ne compagni, comandando solo Nero per l’intero gioco o, dopo averlo finito, solo Dante, divenuto ormai un uomo adulto.

Durante ogni missione si dovranno fronteggiare un numero incredibile di nemici, demoni, che appariranno quasi dal nulla in massa per fermare il nostro cammino.

Sconfiggendoli si otterranno varie ricompense, in primis le Sfere, oggetti fondamentali nel gioco, che si dividono in: Rosse, sfere di sangue che si possono usare per comprare nuove abilità; Verdi, che rigenerano la propria salute;  Bianche, come le verdi ma per il potere demoniaco; Blu (si ottengono collezionando 4 frammenti), che aumentano il lv massimo di energia; Viola, come le blu ma per il potere; e infine Dorate, le più difficili da ottenere, che sono in grado di portarti in vita quando vieni sconfitto, evitando così il Game Over.

Nero potrà imparare moltissime abilità, che se usate a dovere creeranno delle combo spettacoli e devastanti per avvantaggiarsi in combattimento, le più saranno di Spada o Pistola, fino a quelle per correre più velocemente o effettuare un doppio salto.

Si potranno poi usare molte armi, sia da taglio che da fuoco, che si sbloccheranno mano a mano avanzando nel gioco.

Si troveranno poi vari oggetti chiave che permetteranno di sbloccare poteri e abilità speciali da usare in determinati momenti.

I nemici da affrontare saranno davvero infiniti, con livelli segreti nascosti apposta con il fine di sterminarne il più possibile nell’arco di un tempo limitato (così da ricevere una grande ricompensa), e saranno molto diversi tra loro, sia per fattezza che per abilità.

4

Una delle abilità più potenti di Nero

Special Edition e Curiosità:

Il 23 Giugno 2015, L’Europa, il Regno Unito e l’America vedono uscire una Special Edition del titolo, rimasterizzata in HD per PS4, XOne e Windows, comprendente varie migliorie e tutti i DLC del capitolo originale, segno che il gioco, a distanza di più di 7 anni, ha riscosso un successo considerevole.

L’ultimo gioco uscito della serie, DMC Devil May Cry, racconta la storia del protagonista Dante da ragazzo, quando ancora non sapeva di essere un demone, facendocelo conoscere un po’ di più da vicino e capire il perché di alcuni suoi atteggiamenti visti nei capitoli precedenti (o futuri in ordine storico).

5

Il protagonista della saga Dante nell’ultimo capitolo DMC

Conclusione:

La conclusione è molto semplice, ed è quella di non basarvi su questa recensione, perché non riesce sicuramente a far capire lo spessore e la validità del gioco.

Mi sento semplicemente di consigliarlo a tutti gli amanti del genere fantasy-action, sempre ricordando che il gioco non è open world, ha delle mappe limitate e dei livelli piuttosto formati, ma che, fatti sapientemente, non rendono tutto ciò una limitazione stringente.

Come al solito un video vale più di mille parole, quindi ve ne lascio qualcuno per farvi capire meglio di cosa si tratta.

Alla prossima e buon game!

Please follow and like us: