02: Struttura programma in C

Bentornati amanti della programmazione, è ora di passare alla parte più stimolante del nostro percorso: il codice. Oggi ci occupiamo di descrivere la struttura generale di un programma. Prenderemo un semplice esempio di programma come linea guida per poter analizzare in modo chiaro ogni istruzione.

//il nostro primo programma in C
#include <stdio.h>
/* la funzione main inizia

 l'esecuzione del programma */

int main (void)

{ printf ("Welcome to Cyberpills \n");
return 0; 
} 

output1

 

  • COMMENTI (riga 1 , 4 e 5 )

I commenti all’interno di un programma servono ad aumentare la leggibilità del codice, e possiamo inserirli in qualsiasi punto del nostro programma in 2 modi:
1) Se il commento occupa una sola riga, usiamo i simboli // a inizio commento.
2) Se invece il commento occupa più righe, usiamo i simboli /* a inizio commento e */ a fine commento.
NB I commenti vengono ignorati dal compilatore.

  • DIRETTIVE #include (Librerie)

#include <stdio.h> è un’istruzione per il preprocessore C.
La riga 2 serve ad includere nel programma i contenuti della libreria input/output standard che occorrono per comprendere le chiamate di funzioni che utilizzano periferiche di ingresso/uscita, come la tastiera e lo schermo. Un esempio è dato dalla riga 8: printf();
Per il momento limitatevi a inserire questa riga di codice in ogni vostro programma.

  • DICHIARAZIONI VARIABILI GLOBALI

Lo spazio tra #include<stdio.h> e la funzione main (riga 3) è dedicato alla dichiarazione delle variabili globali del sistema, ovvero dove vengono definite le variabili che potranno essere usate da tutto il programma. L’argomento verrà affrontato più nel dettaglio nel prossimo capitolo.

  • LA FUNZIONE MAIN

La riga 6 fa parte di ogni programma in C. I programmi in C contengono una o più funzioni, una delle quali deve essere MAIN, che è la prima che viene eseguita al lancio del programma. Le funzioni possono restituire informazioni: la parola chiave “int” alla sinistra del main indica che la funzione “restituisce” un valore intero. Inoltre possono anche “ricevere” informazioni: il void tra parentesi vuol dire che main non riceve alcuna informazione.
Spiegheremo meglio il significato di funzione e di valori restituiti/ricevuti più avanti.
Il contenuto di ogni funzione deve essere racchiuso tra parentesi graffe: nel nostro caso la riga 7 e la riga 11 segnano rispettivamente l’inizio e la fine delle istruzioni contenute nella funzione main.

  • ISTRUZIONE DI OUTPUT

La riga 8 fa compiere un’azione al computer, ossia fa stampare sullo schermo la stringa di caratteri compresa tra le virgolette. L’intera riga, comprendente la funzione printf(), il suo argomento all’interno delle parentesi tonde e il punto e virgola, è chiamata istruzione. Ogni istruzione deve terminare con un punto e virgola (noto anche come terminatore dell’istruzione). Quando l’istruzione printf viene eseguita, essa stampa sullo schermo il messaggio, così come appare nell’istruzione tra le doppie virgolette.
Si noti che i caratteri \n non vengono stampati sullo schermo, infatti si tratta di una sequenza speciale formata dal carattere \ (backslash) seguita dal carattere n, chiamata sequenza di escape. La sequenza \n è detta Newline, ed obbliga il cursore a posizionarsi all’inizio della riga successiva sullo schermo.
Ci sono varie sequenze di escape, le più comuni, oltre quella già analizzata, sono \t (tab orizzontale) che sposta il cursore alla successiva tabulazione e \” che inserisce il carattere “ sulla stringa da stampare.

  • RETURN

La riga 10 contiene un’istruzione che serve alla funzione main per restituire un valore, in questo caso un intero, e cioè il numero 0. Il numero zero significa che l’esecuzione della funzione main è andata a buon termine: si è arrivati all’ultima istruzione, cioè “return 0”; senza che il programma si blocchi prima! Torneremo sul concetto di funzioni più in là, per il momento limitatevi a inserire anche questa istruzione come ultima della funzione main.

Sarebbe buona pratica per i neofiti, per rendere più leggibile il codice, scrivere un’istruzione per riga, e ricordarsi di allineare le parentesi (aperte/chiuse) in colonna e spostare il loro contenuto (serie di istruzioni) più a destra (si consiglia di usare il comando TAB sulla tastiera).

Per ora è tutto, ci vediamo alla prossima lezione!

Please follow and like us: